Home Tutte le News Notizie Categorie Sit-in dipendenti AIAS
E-mail Stampa PDF
Viagrande: sit in all’Aias di duecento dipendenti. “No al rinnovare contratto peggiorativo delle condizioni salariali e normative”
 
 
FP CGIL Catania – Duecento dipendenti dell’Aias di Catania hanno manifestato con da Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl in contemporanea con i colleghi delle strutture sparse in tutta Italia per protestare contro le ipotesi di rinnovo contrattuale
 
 
Oltre 200 lavoratori dell’Aias di Catania hanno manifestato stamattina nel corso di un sit in organizzato da Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl in contemporanea con i colleghi delle strutture sparse in tutta Italia.
La protesta si è tenuta all’estero nella sede Aias di Viagrande, la principale a Catania. Spiegano i tre segretari generali Gaetano Agliozzo, Stefano Passarello e Armando Coco: “La protesta si è resa necessaria a causa del grave comportamento dell’AIAS, indisponibile già a livello nazionale a ricercare nel confronto soluzioni condivise per il rinnovo del contratto nazionale del lavoro 2010/2012. Nei giorni scorsi è stato dichiarato lo stato di agitazione di tutti i lavoratori, e oggi per ribadiamo il netto dissenso nei confronti della presidenza che, in dispregio alla maggiore rappresentatività delle nostre sigle sindacali, pur di rinnovare un contratto peggiorativo delle condizioni salariali e normative in vigore, ha sottoscritto un contratto con FIALS, UGL e ISA”.

 Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl lamentano un taglio indiscriminato della retribuzione delle assenze per malattia “al solo scopo di fare cassa, mascherando l’obiettivo con il contrasto alle micro assenze –continuano i tre segretari-  infatti, la nuova regolamentazione penalizza i lavoratori onesti che non abusano e non hanno mai abusato delle assenze per malattia, e premia i disonesti che penalizzano i lavoratori onesti con le loro improvvise micro assenze”.

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Novembre 2011 20:00