Home Tutte le News Notizie Categorie Cgil, FP Cgil - Catania. Ospedale San Marco a Librino, Cgil e FP chiedono aggiornamenti alla Regione
E-mail Stampa PDF
Catania. Pronto soccorso del "Garibaldi" in tilt
 
Ospedale San Marco a Librino, Cgil e FP chiedono aggiornamenti alla Regione. "Così grave danno per le periferie e per i lavoratori della sanità"
 
 
La Regione siciliana spieghi ai catanesi a che punto siamo con la costruzione dell'ospedale "San Marco". Due anni fa il governo Crocetta aveva preso un impegno preciso: chiudere il pronto soccorso del "Vittorio Emanuele" solo dopo che l'ospedale di Librino venisse ultimato. Oggi invece il pronto soccorso del "Garibaldi" va in tilt, come segnalato dalla stampa locale, e pensare che dalle periferie si possa affrontare un viaggio di emergenza in auto nelle principali arterie catanesi per raggiungere il "Cannizzaro" o il "Policlinico", sarebbe pura utopia.
La Cgil e la FP Cgil di Catania pensano perciò "che si stia consumando un pesante danno alla Catania dei quartieri popolari. Un danno classista", lo chiamano il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota, e il segretario generale della Funzione pubblica, Turi Cubito, che ora chiedono una verifica in tempi brevi al presidente Musumeci.
"Non dimentichiamo cosa stanno vivendo i lavoratori dei pronto soccorso in questi anni: sottodimensionati, aggrediti da un pubblico sempre più stressato dalle attese, a volte senza i farmaci necessari per procedere alle cure. Un inferno che diventa persino più profondo in una città al collasso", concludono Rota e Cubito . "È tempo di fare il punto su tutto ciò che sta accadendo davanti alla città".
 
Rmdn