Home Tutte le News Notizie Categorie Slc Cgil Catania. Teatro Stabile allarme sindacati: "Lavoratori senza stipendio da tre mesi. Direzione incontri i delegati "
E-mail Stampa PDF
Teatro Stabile, allarme dei sindacati: "Lavoratori senza stipendio da tre mesi. La Direzione incontri i delegati prima della presentazione del Cartellone"
 
 
Le segreterie provinciali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, Ugl Spettacolo e Libersind, si dichiarano "allarmate" per il caso dei lavoratori del Teatro Stabile di Catania, che da tre mesi non percepiscono stipendio. In una nota ufficiale, scritta a seguito della conferenza stampa dedicata all'apertura della stagione teatrale 2018-2019, le segreterie segnalano che i dipendenti, nonostante l'attesa, "hanno continuato a lavorare per senso di responsabilità e rispetto verso gli spettatori".
Si legge ancora nella nota: "Qualche giorno fa un delegato sindacale leggeva a nome di tutti i lavoratori un comunicato al pubblico, prima dell'inizio della rappresentazione, in cui si ribadiva la gravità della situazione e le difficoltà in cui si trovano decine di famiglie costrette in alcuni casi ad attivarsi con piccoli prestiti finanziari per poter sostenere le spese di ogni giorno. Si confermava comunque la continuità di tutte le attività necessarie per la messa in scena, a garanzia degli abbonati. Ma ora ci si chiede per quale motivo, nonostante la procedura di risanamento sia andata a buon fine, il contributo del 2017 della Città Metropolitana non sia pervenuto. E ci si domanda perché in un momento drammatico come quello attuale, non siano arrivate rassicurazioni ufficiali da parte del Presidente e del Direttore Artistico.
 
Rimaniamo dunque in attesa di comunicazioni che possano portare sollievo ai lavoratori e alle loro famiglie in tempi brevissimi, auspichiamo che già nel corso della conferenza stampa per la presentazione del nuovo cartellone, che già si presenta interessante, venga accolta la nostra proposta di rilancio della produzione culturale del nostro territorio. Ci aspettiamo anche che si tenga conto della nostra storia e tradizione artistica e di tutte quelle nuove realtà che necessitano di avere, in primis, il sostegno del più importante Teatro di prosa della Sicilia Orientale".
Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, Ugl Spettacolo e Libersind, chiedono "che prima della presentazione del Cartellone, la Direzione sia disponibile ad un incontro con i delegati dei lavoratori per rassicurazioni nel merito delle questioni più importanti e sui tempi d'integrazione degli stipendi".
 
Rmdn
Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Maggio 2018 16:10