Home Tutte le News Notizie Categorie Cgil, Slc Cgil – Catania. CIPI, lavoratori ottengono convocazione al Mise l’8 marzo
E-mail Stampa PDF
Vertenza CIPI, I lavoratori ottengono convocazione al Mise grazie a mediazione del sindaco Bianco: appuntamento l'8 marzo. Oggi sciopero e manifestazione
 
 
Il caso CIPI approderà il prossimo 8 marzo al Ministero per lo Sviluppo Economico. Ad annunciare ufficialmente l'istituzione di un apposito "tavolo ministeriale" è stato il sindaco Enzo Bianco, che stamattina è intervenuto di persona nel corso della manifestazione di protesta tenutasi davanti al Duomo, organizzata dai lavoratori catanesi dell'azienda leader mondiale nel settore della produzione dei gadget per sensibilizzare l'opinione pubblica, in contemporanea allo sciopero. La comunicazione della data è poi arrivata in serata; Il sindaco Bianco ha infatti interessato del caso il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, oggi in visita a Catania.
Nelle scorse settimane, infatti, la CIPI ha avviato la procedura di licenziamento collettivo e i segretari di Cgil, Cisl e Ugl di Catania, insieme a quelli delle categorie Slc Cgil, Fistel Cisl e Ugl Chimici di Catania e agli RSU, stamattina erano al fianco dei 52 lavoratori che non hanno ricevuto dall'azienda risposte rassicuranti sul loro futuro.
 
"Ringraziamo il sindaco Bianco per avere svolto in tempi brevissimi il suo ruolo di primo cittadino-mediatore a favore di una delle vertenze simbolo della città. Pensiamo infatti che il MISE possa essere l'interlocutore istituzionale più adatto ad agevolare i lavoratori in questa difficile vertenza - spiegano i rappresentanti di Cgil, Cisl e Ugl e Slc Cgil, Fistel Cisl e Ugl Chimici di Catania -.  Catania e i suoi lavoratori non possono essere messi da parte in nome di una crisi che di certo è in atto, ma che non coinvolge realtà robuste e storiche come la CIPI, che ha beneficiato per decenni della manodopera catanese. Non lasceremo che un eventuale ricorso a manodopera esterna impoverisca di fatto la risorsa etnea, con il conseguente licenziamento dei lavoratori a Catania".
Nei giorni scorsi l'azienda ha incontrato i sindacati nella sede Confindustria di Catania, ma il verbale finale tra le parti si è concluso in senso negativo.
 
Rmdn
Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Marzo 2018 21:23