Home Tutte le News Notizie Categorie FP CGIL Catania - Proclamato stato di agitazione lavoratori Prefettura Catania
E-mail Stampa PDF
Fp-Cgil, Fps-Cisl, Uil-Pa e Confsal-Unsa proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori della Prefettura di Catania

 

CGIL/FP - CISL/FPS - UIL/PA - CONFSAL-UNSA di Catania hanno dichiarato lo stato di agitazione del personale dell’Amministrazione civile del Ministero dell’Interno in servizio presso la Prefettura di Catania. Per i rappresentanti delle quattro sigle sindacali, i segretari Gaetano Agliozzo, Armando Coco, Armando Algozzino e Francesco Cavallaro, si “non sussistono più le condizioni per proseguire le relazionindacali con la Rappresentanza Pubblica, vista l'assenza di corrette e significative modalità di relazione improntate al rispetto sostanziale dei rapporti sindacali”.

Secondo i rappresentanti dei lavoratori, infatti, i provvedimenti riorganizzativi dell’Amministrazione prefettizia riguardanti temi chiave quali la mobilità, il reclutamento per i servizi e la partecipazione ai corsi di aggiornamento “non rispondono più agli accordi e alle intese sindacali che hanno consentito, sin qui, il rispetto delle regole di relazione e contribuito al mantenimento di un clima sereno tra i lavoratori e una proficua organizzazione del lavoro, compatibilmente con le risorse disponibili”.
 
Nella riunione sindacale del 24 gennaio scorso, CGIL/FP - CISL/FPS - UIL/PA - CONFSAL-UNSA hanno espresso il malcontento dei lavoratori denunciato dall’assemblea sindacale unitaria ma anche “l’inadeguatezza e la non rispondenza degli atti interni di organizzazione, l’esigenza di ottimizzazione delle attività in relazione al costante decremento delle risorse umane ed economiche l'inutilità di proseguire il confronto sulle problematiche poste all’ordine del giorno”; tra questi gli archivi unici (“una sovrastruttura organizzativa non ancorata alla realtà, con la principale finalità di riversare sugli operatori amministrativi eventuali responsabilità di gestione”), la tardiva convocazione per il “reclutamento” del gruppo di supporto del servizio elettorale, e il più recente provvedimento di “mobilità” che ha interessato lo scambio di 2 ausiliari.

RMDN
Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Febbraio 2018 17:35