Home Tutte le News Notizie CGIL Cgil Catania. Servizio Bus ODA, Cgil a fianco delle famiglie dei disabili in difficoltà
E-mail Stampa PDF
Catania. Servizio Bus ODA, Cgil a fianco delle famiglie dei disabili: "Non si possono abbandonare 29 persone in difficoltà "
 
 
La Cgil di Catania oggi ha affiancato i genitori dei disabili che in questi giorni sono costretti a fare a meno del servizio bus dell’Oda, nel corso del confronto tenutosi con il sindaco Salvo Pogliese e l’assessore comunale ai Servizi sociali, Lombardo. Il Comune non può infatti sostenere i costi della convenzione fissati negli anni ’90, ma ha già avviato dei bandi di gara destinati a coop che metteranno a disposizione mezzi utili per la presa in carico di soli 80 disabili dei 109 che ne fanno richiesta. I genitori non possono fruire del servizio già da tre mesi, e oggi hanno organizzato una vera e propria manifestazione di dissenso.
"Da un servizio fondamentale, che prevede il trasporto da casa a scuola e ai locali dell’ODA, rimarrebbero dunque estromessi 29 disabili ugualmente bisognosi di attenzione - spiegano le segretarie confederali della Cgil, Rosaria Leonardi e Pina Palella - . Non abbiamo potuto accettare neppure la proposta di “alternare” i disabili nella fruizione del servizio. A fronte dei "no” dei genitori e del sindacato, l’assessore e il sindaco hanno anticipato la volontà di chiedere all’ODA la messa a disposizione di uno dei propri mezzi da destinare all’uso delle cooperative ai fini del trasporto di tutti i disabili. La parola passa adesso al commissario dell’ODA, Landi, con il quale la Cgil e la Fp Cgil, hanno interloquito sin dal primo giorno della nuova gestione dell’Opera diocesana, chiedendo anche il ripristino di questo servizio. Resteremo in attesa di capire, in tempi brevissimi, quale sarà l’evoluzione di questa vicenda, e resteremo sempre a fianco dei genitori, convinti che sia necessario puntare il massimo dell’attenzione istituzionale e sociale verso i disabili e le loro famiglie”.
 
Rmdn