Home Tutte le News Notizie CGIL Area interna Valle del Simeto, soddisfazione Cgil per lo sblocco dell’iter di approvazione
E-mail Stampa PDF
Area interna Valle del Simeto, soddisfazione Cgil per lo sblocco dell’iter di approvazione
 
 
Rosaria Leonardi e Alfredo Schilirò: «Troppo importanti i 32 milioni di euro che saranno investiti nei territori di Adrano, Biancavilla e Centuripe»
 
Le segreterie generali di Catania ed Enna, avendo appreso dello sblocco dell’approvazione della strategia dell’Area interna Valle del Simeto da parte della Regione esprimono soddisfazione ed auspicano che la data dell’11 luglio sia definitiva per la sottoscrizione dell’accordo. Infatti questo sblocco avviene con un notevole ritardo rispetto alla presentazione presentata mesi fa e che ha dovuto attendere la ricomposizione del comitato di valutazione. Sono troppo importanti i 32 milioni di euro che saranno investiti nei territori di Adrano, Biancavilla e Centuripe, con tutte le implicazioni positive per gli abitanti di tutti gli altri territori limitrofi che hanno vissuto in questi anni una desertificazione ed abbandono da parte soprattutto della cittadinanza più giovane.
 
Gli interventi importantissimi per la viabilità consentiranno collegamenti più fluidi tra i territori e l’area metropolitana di Catania, eliminando gli annosi disagi che sono anche fonte di strade insicure e pericolose. Altro ambito fondamentale per la rigenerazione di queste aree interne riguardano gli interventi di potenziamento delle scuole e dei servizi sanitari.
La CGIL di Catania ed Enna nella conferenza del 19 Aprile scorso, avevano chiesto alla Regione di velocizzare l’iter burocratico che portasse alla approvazione della strategia,atto fondamentale per la sottoscrizione dell’Accordo Quadro, ultimo atto per il rilascio dei finanziamenti.
 
In questi mesi abbiamo sollecitato più volte la Regione, anche attraverso una richiesta di incontro alla Terza commissione, che sarebbe servita a recuperare i ritardi che si sono accumulati nella fase della definizione delle strategie e per dare il via libera ai progetti che sono rivolte a fornire risposte a coloro che vivono in queste aree e non fruiscono sufficientemente di servizi fondamentali, quali la mobilità, la salute e l’istruzione.
Dopo l’11 luglio, continueremo ancora a vigilare con il gruppo dirigente CGIL dei territori interessati affinchè le opportunità previste dalla programmazione di questa SNAI, non vengano disperse o utilizzate diversamente rispetto agli obiettivi per cui sono state definite.
 
(Rosaria Leonardi) Segretaria Confederale CGIL Catania
 
(Alfredo Schilirò) Segretario Generale Fillea Enna
Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Giugno 2018 17:25