Home Tutte le News Notizie CGIL Catania. Hebron – Palestina, città Fantasma. Incontro sabato 3 marzo alla Cgil
E-mail Stampa PDF
Hebron – Palestina, città Fantasma
 
 
Incontro sabato 3 marzo alla Camera del lavoro di Catania con Mohanad Qufaisha e Abed Amro di Youth Against Settlements (YAS) di Hebron, e Luisa Morgantini, presidente di AssoPace Palestina
 
“Hebron – Palestina, città Fantasma“ è il titolo dell’incontro che si terrà Sabato 3 marzo, alle ore 17, nella sala Russo della Camera del lavoro CGIL di via Crociferi 40, a Catania nell’ambito della campagna internazionale Open Shuada Street. L’iniziativa è promossa da Assopace Palestina e Rete della Pace, con l’adesione di Cgil di Catania, UDI, Libera, Pax Christi, Osservatorio Euromediterraneo; parteciperanno Mohanad Qufaisha e Abed Amro del gruppo Youth Against Settlements (YAS) di Hebron, Luisa Morgantini, presidente di AssoPace Palestina, già vicepresidente del parlamento europeo.
“La città palestinese di Hebron- Al Khalil nel cuore della Cisgiordania occupata militarmente da Israele, è il simbolo delle discriminazioni e delle violazioni dei diritti umani causate dalla presenza di insediamenti israeliani illegali in Palestina. Agli abitanti palestinesi di Hebron viene negata la libertà di movimento e il diritto di transitare in intere zone della città, per lasciare liberi dalla presenza palestinese gli oltre 800 coloni che vivono nella città vecchia protetti dall'esercito israeliano - si legge nel manifesto dell’iniziativa -. Ad Hebron, è vietato ai palestinesi anche l'ingresso a Shuhada Street, un tempo cuore economico e sociale della città, oggi strada deserta e chiusa da checkpoint. Solo i coloni possono transitare”.
La Campagna Internazionale Open Shuhada Street coinvolge ogni anno attivisti e organizzazioni umanitarie in tutto il mondo per chiedere, tra l’altro, il rispetto del diritto internazionale e la riapertura di Shuhada Street.
 
Rmdn