Home Tutte le News Notizie CGIL Cgil Catania. Servizi sociali vertice con i sindacati in Municipio a Catania
E-mail Stampa PDF
Servizi sociali, oggi vertice con i sindacati in Municipio. Mercoledì nuovo incontro con il neo assessore Parisi
 
Il sindaco Bianco ha assicurato ai sindacati catanesi e alle sigle delle cooperative, che non sarà operato alcun taglio di risorse ai Servizi sociali, e che è imminente l'assegnazione di un dirigente che si dedicherà completamente al settore. Da parte dei rappresentanti dei lavoratori è però emersa forte la richiesta di potenziare l'Ufficio comunale, anche a seguito dell'aumento di esigenze legate al mondo dei migranti.
Mercoledì prossimo, inoltre, il nuovo assessore comunale ai Servizi sociali Fortunato Parisi, convocherà i sindacati per fare il punto sulle azioni da concordare a breve e a lungo termine per un nuovo rilancio di uno tra i più complessi settori. 
È positivo il bilancio di Cgil, Uil e Ugl che stamattina sono stati convocati per un incontro in risposta ad una loro richiesta unitaria (alla quale aveva aderito anche la CISL, oggi assente) e che "esprimono soddisfazione per la nomina del nuovo assessore, da anni al vertice di un sindacato, e oggi al timone di un settore delicato e al centro di tutte le questioni più spinose legate al welfare. La storia personale di Parisi ci appare una garanzia, e siamo certi che saprà essere un interlocutore istituzionale particolarmente attento al mondo del lavoro".
 
All'iniziativa erano presenti, il segretario generale della Cgil Giacomo Rota, con il segretario della Fp, Gaetano Agliozzo e dello Spi, Nicoletta Gatto, il segretario confederale della Uil Francesco De Martino, segretario della Uil Funzione pubblica Stefano Passarello e della UIL pensionati Enza Meli, il segretario della Ugl Giovanni Musumeci, e Carmelo Catalano di Ugl terziario.
"Abbiamo chiesto e ottenuto questo tavolo di confronto tutti insieme. Ora aspettiamo che questo nuovo "faccia e faccia" produca esiti concreti, per chi lavora nel settore e per i cittadini che più di tutti aspettano risposte e servizi. Abbiamo un'idea precisa di sindacato che prevede partecipazione alla vita democratica e ai tavoli della città, e non certo la sottrazione
ai propri doveri e al confronto", concludono i segretari di Cgil, Uil e Ugl.
 
Rmdn